Al via controlli sulle auto: 10.000 radiate

L’operazione “Ghost Car” della Polizia Stradale ha tolto dalla circolazione migliaia di auto fantasma.

10.000 auto fantasma eliminate dalla circolazione

Operazione "Ghost Car" della Polizia Stradale in tutta Italia. Risultato: 10.000 auto radiate perché intestate a prestanome o a persone fittizie e individuate oltre 150.000 veicoli intestati a persone con false generalità.

Migliaia i veicoli commerciali che consentirebbero di essere utilizzati dalla criminalità. Oltre a esserci tantissimi veicoli intestati fittiziamente, ce ne sono altrettanti senza assicurazione auto (107.402). Tra questi a migliaia sono stati coinvolti in incidenti stradali, come quello accaduto nell'ottobre del 2011 in cui tre giovani morirono andandosi a scontrare contro un bus del Torino Calcio.

I nomi fittizi più ricorrenti sono quelli di senza tetto, pluripregiudicati, persone decedute o nomadi. Auto fantasma di piccola e grossa cilindrata, tra le quali sono presenti anche Rolls Royce, Ferrari e Lamborghini.

10.000 auto sono state eliminate dalla circolazione e non potranno più correre impunemente: l'operazione "Ghost Car" è la più ampia del genere mai portata a termine in Italia ma il fenomeno è duro a morire. I particolari dell'operazione verranno resi noti durante la conferenza stampa della Questura di Roma che terranno il direttore della Polizia Stadale Nazionale Vittorio Rizzi e il Comandante del Compartimento Polizia Stradale di Roma Stefano Bastreghi. Presenti anche il presidente dell'Aci Angelo Sticchi Damiani, Maurizio Vitelli del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il direttore generale dell'Ania Dario Focarelli.

Le Regioni che sono state maggiormente colpite dal fenomeno delle auto fantasma sono Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Campania e Abruzzo, mentre quelle con il numero più alto di plurintestatari sono Veneto, Campania, Piemonte e Sicilia.